Finalità del progetto

 L’intervento ha lo scopo di:

  • incrementare il benessere personale degli utenti del centro sportivo;
  • prevenire e/o contenere situazioni di disagio o sofferenza sia a livello individuale che relazionali;
  • potenziare la fiducia in sé stessi, la gestione dello stress per una crescita personale
  • creare uno spazio dove poter condividere ansie dovute, ad esempio, a problematiche nell’ambito sportivo o anche familiare.
  • conoscere e definire eventuali difficoltà educative del singolo ragazzo/ragazza, estendendo l’indagine agli aspetti problematici più ampi, quali le dinamiche del gruppo;
  • favorire e incentivare le relazioni interpersonali attraverso un coordinamento dell’azione educativa al fine di ottimizzare le risorse e le competenze professionali presenti nel centro sportivo;
  • migliorare le relazioni comunicative tra ragazzi/ragazze e adulti: è quindi possibile aprire lo spazio di incontro ai genitori per risolvere le difficoltà genitoriali ed anche ai mister che necessitano di un confronto e un supporto da integrare nel loro ruolo professionale.

Modalità di richiesta di accesso

Per poter accedere allo Sportello di Ascolto Psicologico dovrà essere fatta apposita richiesta secondo le seguenti modalità:

 – richiedendo l’ incontro scrivendo una e-mail o tramite contatto telefonico sopra  indicati e in caso di minori deve essere firmato il consenso dai genitori.

Si fisserà quindi con ciascuno un appuntamento in uno dei seguenti giorni: Giovedì dalle 17 alle 18 o Venerdì dalle 18 alle 19, il colloquio sarà della durata di 30 minuti circa.

Il modulo di richiesta di incontro, il consenso informato e i riferimenti delle esperte saranno disponibili sul sito dell’ASD Mezzano.

A questo punto il team di coordinamento procederà a:

· comunicare l’appuntamento fissato su calendar di google

· dopo un primo incontro conoscitivo di 15 minuti, possono essere concordati incontri con le Psico-pedagogiste della durata massima di 30 minuti.

Gli incontri non saranno più di 3 – 5 per soggetto, non avendo altrimenti l’intervento la veste di consultazione. La frequenza sarà variabile e fissata in base alla peculiarità del caso e alla necessità che emergerà di volta in volta.

PERSONALE:

Le professioniste una psicologa e una pedagogista lavorano in coppia secondo una metodologia poliprospettica, in quanto l’obiettivo non è solo quello di rilevare il disagio, ma prevede interventi educativi mirati alla soluzione della problematica. Si garantisce sempre il segreto professionale.

Lo sportello prevede un numero sufficiente di incontri per consentire, insieme alla persona, di focalizzare il problema e le relative soluzioni possibili.

Qualora dovessero emergere problematiche bisognose di un lavoro duraturo nel tempo e/o di un approfondimento ulteriore, lo psicologo si occuperà di indirizzare lo studente e la famiglia presso un servizio adeguato.

Per tutte le informazioni sul progetto consultare la pagina dedicata: http://www.asdmezzano.it/progetto-menti-e-piedi/


0 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

P